Assistenza per lo sviluppo della Competenza di Lettura
Intervento per il recupero delle Difficoltà di Lettura

Il metodo “Kolovos” è un insieme di insegnamento completo, il quale ha un obiettivo doppio. Da un lato mira all’assistenza sullo svolgimento della competenza di lettura di ogni alunno di età prescolare e di prima età scolare, e in particolare di quelli ragazzi che abbiano molte probabilità di manifestare difficoltà di apprendimento e altre difficoltà educative. D’altro lato è un intervento per il miglioramento e la riabilitazione delle difficoltà di lettura.

La sua efficaccia si basa su un grande numero di dati di ricerca (Dott.ssa S. Tzivinikou, 2015[1]) sulla lingua greca, mentre sono in corso molti casi di studio, nei quali questo insieme di insegnamento è la base di interventi educativi per l’affrontamento delle difficoltà di lettura, in alunni di competenze inferiori a quelle degli alunni coetanei normodotati.

Il Metodo “Kolovos” è in più la base di programmi di perfezionamento e di specializzazione degli educatori speciali, di insegnanti, di logoterapeuti e di psicologi, i quali programmi sono stati attuati da parte dell’Università degli Studi di Tessalia  in Grecia, e il responsabile a livello scientifico è la Dottoressa Sotiria Tzivinikou, professoressa universitaria del Corso in Educazione Speciale della Facoltà di Scienze di Formazione, e sono forniti dal Centro di Perfezionamento Professionale dell’Università degli Studi di Tessalia.

La grande accettazione a livello sia scientifico che educativo di questo metodo come efficace, valido e affidabile ha condotto il suo adattamento anche in altre lingue, principalmente in quelle che possiedono una struttura fonologica simile alla lingua greca. E` già completato l’adattamento del Metodo “Kolovos” nella lingua russa, portughese, italiana nonchè in quella spagnola.

Per quanto riguarda la sua base scientifica psicolinguistica, si basa alla combinazione degli approcci basilari dello svolgimento di lettura, vale a dire alla combinazione dell’approccio “bottom-up” e dell’approccio “top-down”. Dal primo approccio  è stato adottato l’insegnamento accurato di tutti i fonemi e grafemi. Dal secondo approccio  è stato adottato l’associazione tra immagine e significato.

Durante l’insegnamneto si dà enfasi alle strategie mnemoniche: all’associazione con conoscenze precedenti, all’organizzazione della memoria a lungo termine, a molte ripetizioni e ripassi, al richiamo automatico.

Si può descrivere quindi il metodo in breve:

Immagine + significato + fonema + grafema + strategie mnemoniche.

 

Processo di attuazione del metodo “Kolovos”

Il metodo “Kolovos” segue il ciclo: Valutazione inziale, Presa di decisione per l’intervento educativo, Intervento educativo, Valutazione finale, come si vede nella Figura 1 che segue.

Figura 1

Figura 1: Il processo di attuazione del metodo “Kolovos”.

 

Descrizione del metodo “Kolovos”

Il metodo “Kolovos” è composto da sette livelli e dall’unità degli esercizi complementari. Ad ogni esercizio di ogni paragrafo di ogni livello è stato girato l’apposito filmato tra l’esaminatore-insegnante e l’alunno e nel quale si vede come si svolge tale esercizio. I filmati sono tanti quanti i tipi degli esercizi dei sette livelli e ogni filmato è allegato alle istruzioni per l’esaminatore.

PRIMO LIVELLO: Nel primo livello ci sono esercizi di coscienza fonologica, esercizi di discriminazione visiva, esercizi di memoria visiva ed esercizi di potenziamento della memoria a breve termine. L’obiettivo delle attività del primo livello è l’acquisizione delle lettere da parte dell’alunno.

SECONDO LIVELLO: L’obiettivo delle attività del secondo livello è il conseguimento del leggere e dello scrivere di sillabe tipo C-V (consonante-vocale). Nel secondo livello ci sono esercizi di coscienza fonologica, esercizi di combinazione dei suoni linguistici, esercizi di discriminazione visiva ed acustica, ed esercizi di potenziamento della memoria a breve termine.

TERZO LIVELLO: L’obiettivo delle attività del terzo livello è la lettura e la scrittura di parole bisillabiche tipo CV-CV. Ci sono esercizi di coscienza fonologica, esercizi di discriminazione visiva ed acustica, ed esercizi di combinazione delle sillabe in parole.

QUARTO LIVELLO: L’obiettivo delle attività del quarto livello è che l’alunno legga e scriva parole trsillabiche e quadrisillabe tipo CV-CV-CV e CV-CV-CV-CV rispettivamente. Si svolgono anche gli esercizi del livello precedente.

QUINTO LIVELLO: In questo livello l’obiettivo è la lettura e la scrittura di parole che includono sillabe tipo CCV e CCCV.

SESTO LIVELLO: Nel sesto livello si mira che l’alunno possa riconoscere, leggere e scrivere i dittonghi, le consonanti composte, ma anche delle parole che includono essi.

SETTIMO LIVELLO: L’obiettivo del settimo livello è che l’alunno possa leggere, comprendere ed elaborare dei testi semplici.

ESERCIZI COMPLEMENTARI: In questa unità ci sono esercizi di ricostruzione delle lettere e dei complessi confusi da parte degli alunni con Disturbi di Apprendimento.

Inoltre, si deve sottolineare anche che questo metodo sarebbe utile anche per l’insegnamento del leggere nei profughi e in particolare nelle classi scolastiche di inclusione dei profughi che ci sono in Italia.

Alla fine, in base ad esso si potrebbero creare dei programmi di formazione degli insegnanti sulle Difficoltà di Apprendimento relative alla lingua, ma anche dei programmi di formazione degli insegnanti sull’insegnamento della lingua italiana ai profughi.

In attesa di una vostra cortese risposta, il più presto possibile, restiamo a disposizione per ulteriori informazioni, spiegazioni e per un eventuale incontro.

 

[1]Tzivinikou, S. (2015). Lettura e difficoltà di lettura: Studiando l'efficacia degli interventi didattici. Comunicazione orale alla conferenza internazionale "Alfabetizzazione e società moderna: Componendo aspetti socioculturali, filosofici, pedagogici e tecnologici". Nicosia, 23-26 ottobre 2015.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter-lista dei destinatari per ricevere via e-mail notizie e articoli

×

Questo sito utilizza i cookie per distinguere i visitatori. Per accettare il posizionamento dei cookie, selezioni
Politica sui cookie